Montella-Milan crisi

Montella-Milan, ora non si scherza più

Montella: l’ora della verità è arrivata in casa Milan

Fassone e Mirabelli pronti a cambiare se la squadra dovesse arrancare ancora

Montella-Milan, prove di disgelo a Sassuolo. Per l’allenatore è ora di dare una scossa vera e macinare punti per risalire la classifica. Gli investimenti fatti in estate per costruire un Diavolo competitivo devono trovare nella qualificazione europea il proprio senso. Per non rischiare crack finanziari inimmaginabili. Sassuolo sarà l’ennesimo banco di prova per il mister in bilico. Da settimane, ormai, l’ex aeroplanino è sotto esame ma questo non ha dato al Milan quella verve che, a questo punto della stagione, dovrebbe animare il gioco della squadra. Cali di forma inspiegabili, un gioco ancora approssimativo e leader annebbiati stanno complicando, non poco, la vita di società e tifosi.

A Sassuolo per fare risultato, ma con le valigie in mano

montella-gattuso Montella-Milan, ora non si scherza più
Montella e Gattuso insieme (foto acmilan)

Se fino ad un paio di settimane fa Vincenzino aveva ancora la stima dei vertici societari, ora Fassone e Mirabelli sono pronti al cambio della guardia. Si vocifera di un Gattuso pronto a salire al comando di una barca che annaspa, tanto in Italia quanto in Europa. Perché se anche il Milan si trova al primo posto del suo girone d’Europa League, il gioco continua a latitare così come i gol. I due pareggi scialbissimi a reti bianche contro l’AEK, non certo squadrona di prima fascia, hanno fatto tremare i polsi ai cinesi. Troppi gli interessi in ballo per rischiare di buttare una stagione già a novembre. E’ vero, la sconfitta arrivata a San Siro contro la Juve è stata condita da una prestazione ordinata e di buon valore per almeno 60 minuti.

Questo Sassuolo può essere davvero un test di valore?

Ma se l’attacco non brilla e la difesa vacilla, il futuro non può essere roseo. Il Sassuolo potrebbe essere un buon banco di prova per rimpolpare la classifica. Squadra che naviga nei bassifondi, non esprime certo un gioco spumeggiante e mostra difficoltà enormi a segnare. L’agnello sacrificale perfetto per Montella. Chissà se il Sassuolo di questi tempi può essere davvero un banco di prova serio per il Milan. O se un risultato positivo domani non farà altro che prolungare un’agonia che pare inesorabile per l’aeroplanino campano. Perché se quella vista fin’ora è l’identità che il mister può fornire ai rossoneri beh, allora, forse è il caso di dirsi addio. Senza tanti rimpianti.

share_save_171_16 Montella-Milan, ora non si scherza più

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti protetti da WP-SpamShield per WordPress